Dopo gli incendi del 2019 in Australia numero di Koala sceso del 72%

0
Condividi e diffondi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Black Friday, giorno di sconti nato in America che segna l’inizio dello shopping natalizio, è vicino e tanti saldi stanno già piovendo su di noi a gran velocità. La sopravvivenza degli animali, però, non è scontata. Negli ultimi 50 anni il mondo è stato trasformato dall’esplosione del commercio globale, dei consumi e della crescita della popolazione umana, oltre che da un grandissimo incremento dell’urbanizzazione. Queste tendenze di fondo stanno portando al degrado della natura e al sovrasfruttamento delle risorse naturali ad un ritmo senza precedenti.

Proprio in vista del Black Friday, il WWF lancia l’allarme attraverso un video che vuole smuovere le coscienze, e concentra l’attenzione sulla specie simbolo della fauna australiana: il koala.

Sono passati ormai tre anni da quando l’Australia ha vissuto una stagione di incendi prolungata, estesa e drammatica senza precedenti. Il 2019 è stato l’anno più caldo e secco mai registrato nel continente australiano, e le conseguenze per le sue foreste e le sue specie uniche sono state durissime. Si sono verificati più di 15.000 incendi in diversi Stati, su un’area totale di almeno 19 milioni di ettari. Gli impatti più devastanti sulla biodiversità e la vita umana si sono registrati nell’Australia orientale, con circa 12,6 milioni di ettari di foresta bruciati.

WWF

Leave A Reply